sabato 1 febbraio 2014

Tutto sul Mercato di Gennaio 2014

Il mercato di Gennaio è sempre il più difficile,sbagli l’acquisto e puoi rovinare una stagione. Ieri sera, alle 23:00, si è chiuso il mercato di riparazione 2014, che non ha avuto esclusioni di colpi di scena (vedi il NON scambio Guarin-Vucinic tha Juve e Inter) e addii dolorosi (vedi il pianto di Hernanes all’uscita di Formello). Adesso vediamo nel dettaglio,squadra per squadra, come si è svolto questo mercato

ATALANTA: mercato insignificante per la squadra di Colantuono che non necessitava di particolari innesti vista la situazione non troppo deficitaria dell’Atalanta. I veri colpi sono trattenere Denis e Cigarini che portano punti fondamentali per la salvezza bergamasca

BOLOGNA: inspiegabile la situazione del Bologna. Serviva una punta che segnasse gol importanti (perché non Floccari?) e un centrocampista che impostasse l’azione,invece la società si è limitata a parare i colpi del colosso cinese interessato a Diamanti.

CAGLIARI: è il solito Cellino! Vende un pezzo da 90,ma non lo sostituisce degnamente. Fortuna che la squadra al momento non risenta dell’assenza di Nainggolan a centrocampo,ma a lungo andare reggerà questa situazione passiva?

CATANIA: discorso simile al Bologna,ma al contrario degli emiliani, il Catania ha riportato a casa Lodi,giocatore a mio avviso fondamentale per tempistica di gioco e vero prodigio dai calci da fermo. Meno infortuni e meno cambi di allenatore e si può ancora credere nella salvezza

CHIEVO: ottimo mercato clivense,piazza gli scarti e si rinforza con Canini e Agazzi. Paredes dicono sia un talento, Corini avrà 6 mesi per scoprirne le caratteristiche prima del suo ritorno a Roma.

FIORENTINA: squadra di alto livello,società altrettanto. La Fiorentina ormai può ritenersi una grande società, sfortunata per gli infortuni, riesce a piazzare i colpi con una facilità degna di un top club mondiale. Anderson può dar fiato a Borja Valero e Aquilani, Matri può fare le veci di Gomez e giocarci insieme. Un applauso a Pradè, anche se vorrei fargli una sola critica: Perché non prendere un terzino destro di spessore?



GENOA: quest’anno Genoa meno rivoluzionario del solito. Fortuna che Gasperini faccia navigare in acque sicure la sua squadra. Peccato per Lodi, si poteva fare qualcosa più di una semplice salvezza. Burdisso l’acquisto di rilievo di Preziosi

INTER: L’era Thohir comincia con l’incredibile? (non saprei come definirla) trattativa saltata all’ultimo secondo tra Guarin e Vucinic. Cause? I dirigenti interisti hanno parlato di cause ambientali,ma sappiamo tutti che Thohir non volesse cominciare col piede sbagliato. Prima trattativa coi nemici della Juventus e contestazioni dei tifosi? La paura di commettere un grave errore ha portato a far saltare una trattativa che avrebbe fatto felice (per la prima volta?) Mazzarri. Ma alla fine Thohir è passato per spendaccione, negli ultimi giorni compra D’Ambrosio e soprattutto Hernanes dalla Lazio andando a puntellare il centrocampo. Mi lascia perplesso l’attacco interista affidato al solo Palacio



JUVENTUS: il mercato delle occasioni per i fortissimi bianconeri. Sfumato l’affare Vucinic-Guarin, negli ultimi giorni Marotta porta a casa il colpo Osvaldo. Il forte attaccante della nazionale arriva in prestito, sicuro il suo impiego in Europa League visto il difficile rapporto col gol tra Tevez e le coppe



LAZIO: cedere uno dei maggiori talenti senza rimpiazzarlo è segno che la Lazio non crede particolarmente alla corsa verso l’Europa, un peccato perché in un campionato che ormai ha poco da chiedere, in Europa poteva togliersi belle responsabilità. Helder Postiga e Kakuta gli unici acquisti, due seconde punte che segnano poco nei rispettivi campionati a cosa servono a questa Lazio?

LIVORNO: Spinelli si libera degli esuberi e prende un giocatore per reparto (Castellini, Mesbah,Belfodil). Il pensiero comune è che questa squadra sia maledettamente aggrappata ai gol di Paulinho

MILAN: la squadra che più ha deluso in questo campionato ha portato al nuovo allenatore, Clarence Seedorf, cinque acquisti che solo il campo saprà dirci se sono di rilievo o meno. Rami (difensore roccioso ma ancora non in forma visti i 4 mesi di non attività), Honda (se ne parlava come se fosse il salvatore della patria, ma qualcuno ha visto colpi importanti finora?),Taarabt (esterno offensivo di talento che non è riuscito a sfondare per il suo caratteraccio), Essien e Petagna. Nonostante il cambio di allenatore,la squadra resta sempre molto vulnerabile e piena di pecche che andranno colmate col tempo. La difesa fa fatica, il centrocampo con Essien dovrà dare una mano a questa fragile difesa o l’Atletico Madrid avrà vita facile contro un Milan che ha perso il suo prestigio. Galliani fa quello che può, il colpo più intrigante è Taarabt



NAPOLI: Jorginho il fiore all’occhiello. Giocatore di classe,giovane,un talento per il futuro dell’Italia. Ghoulam preso per sopperire all’assenza di Zuniga,ma forse serviva un riforzo di rilievo per la difesa (Henrique non basta),forse il vero problema per una squadra,quella partenopea,che con un rinforzo in difesa colmerebbe il gap che attualmente divide il Napoli dalla possibilità di lottare per lo scudetto

PARMA:resta l’ossatura della squadra,il Parma sta facendo grandi cose quest’anno. Certo però che perdere Biabiany sarebbe stato un colpo difficile da riparare a poche ore dal termine del calciomercato. Il vero colpo è stato trattenere Parolo!

ROMA: la Roma torna grande!Quest’anno si pensa per il presente e per il futuro,il mercato di Gennaio ha portato Nainggolan (si prospetta la cessione di Pjanic a giugno) e giovani talenti di valore assoluto nelle loro categorie. Bastos non convince come sostituto di Balzaretti,ma i centrali di Garcia possono sopperire alle carenze difensive dell’esterno ex-Lione

SAMPDORIA:la Doria pensa più a sfoltire che a riparare. Squadra in netta crescita,è una delle formazioni più in forma del momento,nulla da chiedere al mercato!

SASSUOLO: rivoluzione in casa emiliana. Il Sassuolo cambia allenatore e formazione,tra scambi e prestiti il Sassuolo si rifà il look in vista della volata salvezza. L’accoppia Floccari Berardi può essere decisiva



TORINO: il Toro non ha molto da chiedere al mercato,Ventura voleva un trequartista e Cario lo accontenta con Kurtic dal Sassuolo (in cambio di Brighi).Per il resto squadra titolare rimasta inviolata,fatta eccezione per D’Ambrosio da tempo ai margini

UDINESE: non ci aspettavamo grandi cose dall’Udinese che va più alla ricerca di talenti che a giocatori già affermati!

VERONA: la sorpresa del campionato ha visto l’assalto per i suoi gioielli! Alla fine è partito Jorginho (non degnamente sostituito), in entrata Marquinho dalla Roma non può che aumentare la forza offensiva di questa squadra

Al termine di questo mercato le distanze tra le varie squadre restano invariate. Juve e Roma si contendono lo scudetto, coi bianconeri forti di un vantaggio di 6 punti e di una rosa obiettivamente troppo forte anche per la Roma. Per la lotta al terzo posto Napoli e Fiorentina si daranno battaglia fino alla fine e con il rientro il Gomez per i viola, i partenopei non dovranno sbagliare un colpo o sarà Europa League il prossimo anno. Nonostante 3 squadra tra loro (Verona Parma e Torino),Inter Milan e Lazio si contendono il rimanente (o i rimanenti nel caso in cui l’Udinese non raggiunga la finale di coppa Italia) posto valido per l’Europa League. In zona retrocessione il Sassuolo si è rinforzato parecchio, ma Malesani non dovrà perdere tempo o verrà risucchiato da un vortice infernale nel giro di poche settimane. Per il resto buon campionato a tutti da Canto Libero!



Mirko Scimemi

Mirko Scimemi